Garcialorca
Il repertorio di Amarcanto è un mosaico di ballate, di inni, di canzoni e di coralità che, attraverso innumerevoli sfumature, mostra la bellezza della voce quando si spalanca al canto.

Amarcanto è da molti anni al lavoro per disegnare un repertorio canoro variopinto e festoso. Il suo viaggio attraversa tutti i paesi del mondo per raccogliere canti di popoli lontani e oltrepassa i confini della tradizione per regalare preghiere e sonorità antiche. Le melodie che Amarcanto propone sono lontanissime e allo stesso tempo sono scritte dentro ognuno di noi, sono le bandiere di una nave carica di voci che canta con una energia che contagia.

Ed ora, per questo nuovo evento, la nave corale fa sosta al porto di Garcia Lorca con uno spettacolo che miscela musica, canto e teatro. “Garcia Lorca, canti e racconti d’amore” è un omaggio di Amarcanto al grande poeta andaluso che ha saputo amare la vita attraverso la ferita della poesia. La sua opera nasce da un appassionato legame con la sua terra e da un lucido confronto con l’innocenza. Garcia Lorca vive il dramma dell’inevitabilità della morte con una inesauribile domanda di felicità. Questi sono alcuni dei temi della fecondissima produzione musicale, teatrale e poetica del grande autore spagnolo. E questi stessi temi li troviamo nello spettacolo di Amarcanto che si apre con un omaggio al poeta e prosegue con canti e brani poetici fino a confluire nel Romancero Gitano, una tra le produzioni più alte di Garcia Lorca, in questo caso eseguito su partitura del maestro Mario Castelnuovo Tedesco.

Il risultato è un invito che permette di percorrere un tratto di strada fino ad addentrarsi nei meandri struggenti della poesia e della musica alla ricerca di quella profonda tensione senza la quale le parole non diventano poesia e la voce non si trasforma in canto.

con AMARCANTO
e Cristiano Califano, chitarra
regia di Franco Palmieri

 

Il lavoro di Amarcanto affronta la vita e la produzione poetica di Garcia Lorca, portando sul palco la sua biografia, la sua produzione poetica e il patrimonio che lui lascia.

Molte delle sue opere vengono musicate, in Spagna e in tutto il mondo. In particolare, il Romancero Gitano che Amarcanto presenta è nella versione musicata da Mario Castelnuovo Tedesco.

In un’ ora di spettacolo quindi vediamo descritte due parti:

una dedicata prevalentemente alla poesia e alla poesia giovanile e alla ricerca della poesia popolare di Garcia Lorca; la seconda parte,invece, è interamente dedicata alla suggestione popolare poetica del Romancero gitano.

 

PROGRAMMA MUSICALE:

Federico García Lorca (1898-1936)

ZORONGO GITANO, arm. F. Vila
LA TARARA
LAS TRES MORILLAS DE JAEN
ANDA JALEO
Canciones españolas antiguas
Mario Castelnuovo-Tedesco (1895-1968)

ROMANCERO GITANO, op. 152
per soli, coro e chitarra
su testi di Federico García Lorca (1899-1936)

· Baladilla de los tres ríos (dal Poema del Cante jondo)
· La guitarra (dal Poema del Cante jondo)
· Puñal (dal Poema de la Soleá)
· Procesión (Procesión; Paso; Saeta) (dal Poema de la Saeta)
· Memento (da Viñetas flamencas)
· Baile (da Tres ciudades)
· Crótalo (da Seis caprichos)

 

garcia-cover   Scarica il progetto in PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *